home pagechi sonolinksarticoliprogettifotoradioamatoricontattiQSL    

       guestbookforumarea privatamodi digitalidownloadcisar abruzzoCWnewsarchivio


 

                      IR6UBM

  Ripetitore D-Star del Cisar Abruzzo

   Freq. 430.112.5Mhz +1.600Mhz

                                               

                             Digital Smart Technology for Amateur Radio


                                                      La tecnologia D-Star


                    Radio D-Star


              Configurazione radio


            Applicazioni disponibili


       Ripetitori D-STAR mondiali


       D-Star Hot Spot (di iw9dku)


D-Star Calculator


Ponti D-Star Italiani


Software D-Star


 

Nell’era delle tecnologie digitali ed al fine del loro proficuo utilizzo, anche in campo radioamatoriale sono stati effettuati esperimenti e studi volti a realizzare nuovi standard e nuovi apparati. Studi con risultati efficaci sono stati effettuati, in Giappone, dal Ministero delle Telecomunicazioni con il coordinamento e la ricerca dell’Associazione dei Radioamatori Giapponesi (JARL, Japan Amateur League). I primi risultati si ebbero già nel 2001 e si concretizzarono, in seguito, in uno standard al quale fu dato il nome D-STAR (Digital Smart Technologies Amateur Radio): si era voluto sviluppare uno standard che consentisse contestualmente i traffici fonia/dati. Nonostante abbia avuto una paternità ben precisa (JARL), il D-STAR è stato comunque un progetto collocato nel mondo dell’Open Protocol, quindi un protocollo “aperto”: ogni utilizzatore, costruttore, sperimentatore di apparati radio, che opera secondo le regole previste da tale protocollo, può farlo liberamente senza dover richiedere autorizzazioni per il suo utilizzo al proprietario ideatore, con conseguente potenziale innovabilità e futuri sviluppi. Nel contesto commerciale, la Icom è al momento l’unico costruttore che ha implementato, in produzione di serie, il protocollo D-STAR, divenendo leader sul mercato radiantiantistico. Altre aziende sono in procinto di affacciarsi sul mercato, ma passerà del tempo prima che gli apparati adatti allo scopo siano posti in commercio. La Icom ha implementato sui propri apparati ricetrasmittenti il protocollo D-STAR e ha prodotto software che permettono la realizzazione di reti radio intelligenti, prevedendo sia le dorsali di trasporto voce/dati che l’accesso voce/dati per l’utente. Le strategie commerciali, adottate dalla stessa Icom, hanno fatto sì che, al momento, esistano due linee di   apparati con protocollo D-STAR: la prima dedicata all’accesso degli utenti e la seconda dedicata alla realizzazione di dorsali a percorso multiplo, sia radio che attraverso reti LAN: siamo di fronte ad un sistema misto che vede interagire le radio/reti con le reti informatiche (ripetitore/gateway). La radio, quindi, non utilizza più solo l’energia elettromagnetica per trasportare i messaggi, ma si avvale anche delle infrastrutture informatiche per la connessione ad altri sistemi simili e a questo proposito la rete INTERNET la fa da padrone! Una delle peculiarità più evidenti del sistema digitale D-STAR è, nel contesto di reti geograficamente distribuite, la possibilità di accedere, con la radio, alla rete, da una qualunque delle porte della rete stessa e di raggiungere una qualsiasi altra stazione fissa/mobile/portatile in qualsiasi posto della rete si trovi, semplicemente impostando l’ID-CALL. Le reti così realizzate utilizzano, nei ripetitori/gateway di accesso, delle tabelle che si aggiornano sulla base dell’ID-CALL. Ogni ripetitore memorizza, in dette tabelle, i dati che opera attraverso di esso; quindi ogni ripetitore accede alla lista degli ID-CALL che sono raggiungibili attraverso il ripetitore stesso. Ogni ripetitore/gateway, a sua volta, trasferisce queste tabelle ad un server di coordinamento, condividendole con tutti i ripetitori/gateway della rete: in tal modo vengono consentiti i necessari e corretti instradamenti per raggiungere una determinata stazione. E’ sufficiente una breve trasmissione con radio D-STAR verso uno di questi ripetitori/gateway per essere registrato in rete.
Se un determinato utente decidesse di connettere un'altra stazione posizionata in qualsiasi punto della rete, verrebbe immediatamente instradato al ripetitore di zona per connettere l’utente di destinazione, analogamente a quanto avviene nei ben noti  sistemi di telefonia cellulare GSM.


Il funzionamento di un ripetitore/gateway D-STAR può essere brevemente schematizzato nei seguenti blocchi:
1. Repeater Controller  ID-RP2C
2. Data Repeater ID-RP2D (1.2GHz) data HS simplex
3. Digital Voice Repeater ID-RP2V (1.2GHz) voice e data LS duplex
4. Digital Voice Repeater ID-RP4000V (430MHz) voice e data LS duplex
5.
Digital Voice Repeater ID-RP2000V (144MHz) voice e data LS duplex


Ogni ripetitore/gateway ha una unica unità di controllo, ID-RP2C, che può interconnettere fino a 4 unità ripetitrici radio e la LAN: in alternativa, per l’interconnessione, al posto della LAN, può utilizzare link a 10GHz. Il repeater Controller viene connesso al Server: è quest’ultimo che coordina il gateway con le tabelle citate prima ed ha anche il compito di gestire gli instradamenti verso gli altri gateway della rete, tramite la rete LAN o tramite link a 10GHz. Il ripetitore, se non connesso al server, funziona in modalità stand-alone come un normalissimo ripetitore fonia: in questo caso, in Digital Voice. Sul Server viene installato il software che gestisce il gateway e coordina il traffico da/verso le radio e la LAN. Il sistema contatta il server con le deleghe di coordinamento della rete (TRUST SERVER) e chiede le tabelle condivise o gli fornisce le
tabelle locali a seconda che ne abbia di esistenti oppure no, al fine di essere istruito sugli instradamenti opportuni. Sono stati implementati ulteriori software: alcuni per monitorare la rete ed altri per dare una corretta informazione all’utente circa le stazioni raggiungibili, in quel momento, tramite la rete. Le unità radio utilizzate nei moduli del ripetitore vanno configurate, a seconda delle necessità operative, con il loro software a corredo che ne permette una grande versatilità sia per la configurazione che per le prestazioni ottenibili.Per l’utente italiano esistono sul mercato apparati radio della Icom che spaziano dai modelli veicolari ai modelli portatili: tali apparati permettono, previa configurazione della modalità richiesta, sia  il modo DV (Digital Voice con dati a LowSpeed), sia la modalità DD (Digital Data connessione HighSpeed fino a 128Kbps), per il modello ID-1, con banda operativa 1.2GHz. E fin qui, cosa oramai risaputa, si è parlato di innovazione. Ma la ciliegina sulla torta arriva da una modalità molto richiesta dal mercato radioamatoriale: la radiolocalizzazione DPRS (Digital Positioning Radio System) che utilizzi il trasporto dei
dati a bassa velocità contestualmente al traffico in fonia. Con le radio tradizionali si armeggiava già con TNC più o meno furbi, più o meno evoluti, per portare ad un server i dati che arrivavano da un GPS: era indispensabile però dedicare una radio esclusivamente a questo tipo di servizio. Con il D-STAR i dati non solo viaggiano assieme alla voce, ma si ha un notevole vantaggio, grazie al tipo di modulazione digitale usato (GMSK - Gaussian Minimum Shift Keying): l’occupazione di banda in DV mode, per trasportare dati LowSpeed e fonia, in termini di spettro BW @3dB è di soli  6.25KHz, con spaziatura dei canali a 10KHz.

                      (Milano 10 febbraio 2008  Rel 0.9.0 - Related by IW2KDS Specifiche del protocollo D-STAR)

 

                                                                                                          


                                                                         All company names are TM or ® trademarks of their respective holders

                                                           Tutti i marchi ed i prodotti citati o pubblicati in questo sito sono di proprietà dei rispettivi autori


                                                                                                                                        2009 © IK6IHU - Webmaster

  2009 © IK6IHU - Webmaster